Pitti Uomo 88, sotto il segno del colore

Comments (0) PITTI UOMO, Tendenze

pitti-uomo-88

Pitti Uomo 88

Sorprendenti installazioni, giochi di luce, suggestivi effetti cromatici e Moschino come Menswear Guest Designer. E’ così che, dal 16 al 19 giugno, vedremo la Fortezza Da Basso di Firenze, trasformata da Oliviero Baldini, curatore del set design, in un regno del colore, creato per ospitare i saloni estivi di Pitti Uomo 88, la storica kermesse internazionale della moda uomo e del lifestyle, il cui tema 2015 è “That’s Pitticolor!”: un viaggio nel colore e nello stile, attraverso i 1150 brands presenti all’evento, ma anche le sezioni speciali dedicate alla ricerca, ai nuovi talenti del design, alle visioni futuristiche, alle correnti più estreme e alternative.

Ed è proprio da questa edizione che Pitti Uomo inizia a collaborare anche con alcuni noti registi, a cui verrà chiesto di realizzare un fashion film in digital art dedicato al tema dei saloni, iniziando, per l’occasione, con il regista Luca Finotti che, con un video spettacolare, reinterpreta il colore in chiave “action painting”.

Kamiceria Shop

Un’edizione che si preannuncia piena di innovazioni, già dalla presenza della moda femminile che, invece di essere semplicemente limitata ad un’area specifica, sarà distribuita in tutto il percorso dei saloni, a complemento della moda uomo.

‘Open’, il nuovo progetto che interpreta in maniera sofisticata il mondo delle collezioni di nuova generazione che superano il concetto di maschile e femminile, è un viaggio attraverso abiti e accessori pensati per essere indossati con non chalanceda lui e da lei.

alternative-set-pitti-uomo

Novità, sì, ma anche graditi ritorni, come Dirk Bikkembergs, che sceglie ancora una volta Pitti Uomo per presentare, con un evento di live performance, la sua collezione di intimo e moda mare, e Geox che, in uno spazio indipendente allestito al Cortile dei Medici, mostra le nuove collezioni, tra fashion e tecnologia.

Womenswear Guest Design è Thomas Tait, giovane ed estroso designer londinese già affermato a livello internazionale, che intratterrà il pubblico di Pitti Uomo con un evento speciale alla Limonaia di Zanobi del Rosso, mentre il Designer Project dei saloni, Carlo Brandelli, direttore creativo di Kilgour, presenterà la sua collezione uomo con una performance site-specific.

Come sempre, Pitti rende omaggio ai grandi maestri che hanno saputo creare la storia della moda italiana, e per questa edizione 2015 sarà Nino Cerruti il protagonista, con una mostra allestita da lui stesso, in cui racconterà i suoi quasi cinquant’anni di lavoro nel mondo della moda uomo.

Il calendario della manifestazione prosegue offrendo una serie infinita di eventi, appuntamenti, spettacoli ed incontri, organizzati non solo tra le mura della Fortezza Da Basso, ma anche nei luoghi cult e nelle piazze di Firenze.

Qualche numero:

1.150 i marchi / collezioni attesi a questa edizione

dei quali 460 provenienti dall’estero (il 40% del totale)

59.000 i metri quadrati di superficie espositiva

30.000 i visitatori in totale del salone la scorsa edizione estiva

di cui oltre 19.000 i compratori e 7.700 i buyer (40,52% del totale) dall’estero

 

Vuoi conoscere gli eventi dei saloni Pitti 2015?

Segui il blog Kamiceria, e lascia il tuo commento o scrivici per raccontarci le tue impressioni!

Kamiceria Shop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *