La maglietta polo – storia e suggerimenti

Comments (0) ABBIGLIAMENTO, Style

giocatori-polo

La polo, ovvero l’inconfondibile t-shirt in maglia di cotone con colletto chiuso da due o tre bottoni, è un capo classico dell’abbigliamento maschile sportivo e casual, immancabile nel guardaroba di un uomo che non rinuncia mai all’eleganza, anche quando il contesto è informale.

Intramontabile e popolarissima, la maglietta polo vanta origini incerte ma sicuramente centenarie, da quando la pratica dell’omonimo sport, si diffonde in tutta Inghilterra a tal punto da richiedere una vera e propria divisa di gioco: una maglia a maniche lunghe con il caratteristico colletto.

Un dettaglio che viene in seguito ripreso dal brand americano Brook Brothers in una linea di camicie sportive, e successivamente riproposto da altri marchi, fino ad arrivare alla firma che probabilmente ha reso questo indumento un vero e proprio oggetto di culto: quella del tennista francese Lacoste, che con il suo celebre coccodrillo, ottenne un enorme successo tanto nello sport quanto nella moda.

fred-perry-tennista-polo
polo-sport

Un po’ come nel gioco del polo, anche nel tennis l’abbigliamento era poco pratico e confortevole. Le maglie avevano maniche lunghe che venivano rimboccate e colletti button-up, ma il gioco necessitava funzionalità, così Lacoste progettò un’alternativa adatta alle sue esigenze: una t-shirt a maniche corte e soprattutto in piqué di cotone che donava traspirabilità e permetteva di tenere alzato il colletto evitando scottature sul collo. Da quel momento in poi la polo sostituì il classico abbigliamento precedentemente utilizzato per il tennis e poco dopo anche nel gioco del polo.

Grazie a Lacoste, e all’americano Ralph Lauren, che negli anni Settanta diede vita ad una collezione di raffinatissimi capi dedicati alla pratica sportiva, la storica maglietta divenne nel corso del tempo il simbolo degli sport più elitari, come sono infatti tennis, polo e golf, trasformandosi in un indumento alla moda indossabile anche fuori dai campi da gioco, e assolutamente indispensabile per chi veste informale ma chic.

Una polo per ogni occasione

Ideale in un abbigliamento originale ma raffinato, la polo ha il pregio di adattarsi perfettamente a qualsiasi taglia, evidenziando la linea del corpo e nascondendo gli eventuali piccoli difetti, inoltre, variando gli abbinamenti, riesce sempre a soddisfare qualsiasi esigenza di età, di look e di stile.

polo-bianca-blazer-blu
polo-rossa-abbinamento

Chi veste casual può indossarla con jeans denim, sneakers e felpa, scegliendo colori della stessa tonalità o giocando con le tinte pastello. Il contesto sportivo rende più facile indossare il colore, anche per chi di solito si veste di nero o blu. Il nostro consiglio è quello di abbinare colori forti e audaci con il bianco, il beige e le tonalità del grigio. Il colore più elegante e sottovalutato è il rosa, perfetto anche in un look più raffinato, magari abbinato a scarpe e pantaloni classici ed a tinte neutre come sabbia o grigio.

Indossata con un blazer o una giacca, la polo si trasforma, inserendosi magnificamente anche in un contesto più impegnativo, un ambiente professionale non troppo rigoroso o un evento dove la classe non manca di creatività. Una particolare importanza deve essere sempre riservata ai colori, grandi protagonisti della nuova stagione di moda maschile, da scegliere secondo le proprie preferenze ma anche lasciando spazio alla creatività, affiancando le tinte forti a tonalità più neutre o abbinando sfumature tono su tono.

polo-grigia-ferrante
polo-gialla-ferrante
polo-bianca-ferrante

  E a te come piace indossare la polo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *