La camicia e il Barocco: eleganza, raffinatezza e stile

Comments (1) Curiosità

camicie-barocco-storia

La camicia è l’indumento protagonista nella moda del Barocco. Divenuta un capo autonomo viene realizzata, nella prima metà del 1600, con variegate tessiture di stoffe e impreziosita con ricami e applicazioni di merletti e pizzi. La storia della camicia si arricchisce di nuovi tasselli: le camicie confezionate per la donna vengono ricamate ad ago con svariati punti di cucitura e i collari sono ricamati di fili d’oro. La moda maschile conosce l’avvento del ‘vestito’: l’immancabile camicia in lino, con ampie maniche e la collaretta in pizzo adagiata sulle spalle appare in bella vista sotto al giubbone aperto.

La Francia e la camicia, l’habit a la francaise

Nel periodo Barocco la Francia esporta i più bei pizzi per camicie in tutta Europa fissando, con l’habit a la francaise, i canoni dell’eleganza nella moda maschile e femminile. La moda di quest’epoca si arricchisce delle famose sete di Lione mentre le maniche della camicia si fanno sempre più lunghe, diventando un ornamento ambito quanto costoso. Con l’arrivo della cravatta invece, il collo della camicia diventa una pistagna attorno al quale avvolgerla con uno o più giri.

Lo stile inglese nella moda del Barocco

Dalla seconda metà del 1700 lo sfarzoso abito francese cede il passo alla moda inglese: seppur ricercati nei tessuti e nei colori, si cercano abiti comodi per una vita più dinamica. La moda nel Barocco segue insomma i cambiamenti sociali e storici, adattandosi al modo di vivere dell’epoca. E con la prima Rivoluzione Francese, le cose cambieranno ancora.

Camicia e igiene, arriva il sapone

Accanto alla raffinatezza dei tessuti, delle rifiniture e degli ornamenti, la storia della camicia rimane legata alle questioni igieniche. Anche nel XVII e XVIII secolo, ‘riparava’ le stoffe preziose degli abiti dalla pelle sporca ma ben presto con l’utilizzo del sapone, si cerca di porre rimedio al problema delle ‘puzze’. All’inizio del Settecento, sulle orme di un galateo rigido in fatto di aspetto della camicia, si inizia a curare meglio la propria igiene personale e la camicia viene lavata più spesso. Il periodo Barocco vede dunque la camicia affermarsi come indumento signorile e sempre più leggiadro, elemento questo che caratterizzerà lo stile Rococò che affronteremo nel prossimo articolo.

Possiamo considerare la storia della camicia in epoca barocca determinante per la sua successiva evoluzione? Quanto lo stile di vita più o meno agiato ha influenzato la varietà di tessuti, ricami, ornamenti?

Una Risposta a La camicia e il Barocco: eleganza, raffinatezza e stile

  1. […] gli ultimi strascichi di epoca Barocca, la moda del Rococò prende piede in Europa seguendo una pluralità di stili che […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *